Eventi

Nordic a Lignano Pineta - 2007

21 Settembre 2007

Era la seconda domenica di un tiepido settembre, uno degli ultimi giorni di ferie da trascorrere a Lignano Pineta.

Il sole aveva appena fatto capolino dal mare e la spiaggia, ancora deserta, ostentava qua e là striminzite conchiglie di poco conto.

 Sul bagnasciuga le sfuocate impronte lasciarono da subito presagire il passaggio di almeno tre o quattro persone più mattiniere di me.

Poco importava.
Con orgoglio inforcai i bastoncini nuovi di pacca e dopo aver fatto i fondamentali esercizi di stretching mi avviai di buona lena verso Lignano Sabbiadoro.

Passo alternato: la tecnica classica del nordic walking che però sulla sabbia dorata mi stava creando qualche problema di coordinazione e movimento.
Continuare così o sperimentare a piedi scalzi il contatto con madre natura?
Conoscendo la durezza del puntale di widia, privilegiai la prima soluzione proseguendo però dirimpetto al mare dove la sabbia bagnata rendeva il tragitto più compatto e veloce.

Dalla destra ero cullato dalle onde spumeggianti dell’Adriatico mentre sulla sinistra mi colpiva l’immagine in rigida posizione da caserma di infiniti ombrelloni non ancora sbocciati.

Mi ci vollero oltre cinquanta minuti per raggiungere il bagno uno di Lignano Sabbiadoro, punto di riferimento per il giro di boa.
A quel punto notai di non essere l’unico a camminare su quello splendido litorale friulano.

Tedeschi. Sì, uno sparuto gruppetto di non più giovani podisti teutonici, mi stava raggiungendo dalla via Paluzza tramite l’accesso pedonale biancoblu.
Germania quattro, Italia uno.
Mi sentivo già in svantaggio ma di contro pensai di puntare sull’età e sul fatto di essere già caldo…

Dopo le prime difficoltà comunicative, inglese scolastico per tutti, si decise di camminare assieme e confrontare i benefici dei miei bastoncini rispetto alle loro solide ma solitarie gambe.

Bastarono pochi chilometri a ritmo alternato di braccia e gambe, in modo corretto e coordinato, per incuriosirli al punto di voler provare a tutti i costi i bastoncini.
Fu così che improvvisai una minilezione, per lo più mimata, sui benefici a vantaggio del tronco, del busto e delle spalle, i movimenti attivi per le braccia e le mani ed infine tutti i muscoli coinvolti.

Ritornammo in men che non si dica al mio punto di partenza: il centro termale di Pineta.

L’orologio segnava due ore e venti minuti di sana attività motoria e lo stomaco reclamava giustamente il meritato cappuccio e brioches dell’Hotel Friuli.

Ci salutammo così dandoci un appuntamento virtuale per l’estate 2008.Una camminata nella loro città: Todtnau, nel cuore del parco naturale della Foresta Nera meridionale.

Gianluigi Maggioni - Istruttore base Ani 

Cenni storici di Lignano

Il toponimo di Lignano deriva da lupignanum, che significa "posto abitato dai lupi" sembra che fosse anche conosciuto come il "bosco dei legni" era un piccolo centro portuale, dove i pescatori maranesi si erano insediati per sfruttare le pinete esistenti.

In epoca romana Lignano era probabilmente attraversata dalla Via Annia che collegava Concordia ad Aquileia; a testimonianza di ciò, numerose pietre da carreggiata ritrovate da parte di alcuni pescatori.
Nei primi disegni che risalgono agli anni tra il ´500 e il ´600 la penisola di Lignano appare come una serie di cordoni dunosi, attraversati dal reticolo intricato dei canali e la striscia sabbiosa della spiaggia, un fitto gruppo di pini neri, lecci, pungitopo, alcune casette sul versante lagunare, un rifugio di pescatori ed una chiesetta...

Nel Medioevo passò sotto il Patriarcato di Aquileia per poi essere ceduto alla Contea di Gorizia. Nel 1542 il villaggio esistente venne munito di fortificazioni per opera del Patriarca Grimani, ma nel corso dell ´anno successivo un ´incursione dei Veneziani provocò la distruzione della fortezza e il conseguente abbandono della zona.

Nel 1813 cominciò a formarsi un piccolo agglomerato di abitanti, all ´inizio del 1900 si iniziarono a costruire i primi alberghi che diedero il via definitivo al grande successo di Lignano come località turistica e meta ambita dal turismo internazionale.

Il periodo d ´oro di Lignano ebbe inizio negli anni ´50, soprattutto grazie alle iniziative imprenditoriali di privati che diedero nuovo impulso all ´edilizia e all ´urbanistica, consacrando la località alla sua vera vocazione turistico−balneare.
da: www.bellavistalignano.it

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

captcha 

Progetto

Nordic Walking Giretto si pone come obiettivo principale la diffusione della pratica del Nordic Walking, la camminata con i bastoncini.

Questa tipologia di camminata non deve essere necessariamente vigorosa, in quanto anche con un’attività moderata è possibile ottenere grandi vantaggi per la salute.

Per maggiori informazioni...

Bacheca della salute

Contatto veloce

Per informazioni siamo a disposizione ai seguenti recapiti

  • Via: Belvedere 23 - Bulciago - LC
  • Tel: (+39) 366.7291389
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sei qui: Home Eventi Nordic a Lignano Pineta - 2007

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.